OK

Utilizzando questo sito accetti la nostra Privacy e accetta l'uso dei cookie.

Le regole d’oro

Consapevolezza del paziente nella terapia cortisonica

Che sia topico o sistemico, il trattamento a base di glucocorticoidi viene sempre calibrato su ogni singola persona. Da un lato il medico valuta il quadro clinico e le condizioni fisiche del paziente, dall’altro si informa su desideri e timori di chi ha davanti. L’ideale è impostare la terapia insieme, stabilendo di comune accordo il preparato da utilizzare e il relativo dosaggio.

Tanto quanto serve, ma sempre meno possibile

Ai fini del dosaggio vale sostanzialmente una regola: somministrare il farmaco nella quantità appena appena necessaria a ottenere l’effetto desiderato. In questo modo si riduce il rischio di effetti collaterali. Si tratta di una regola particolarmente importante per i pazienti che necessitano di una terapia cortisonica sistemica a lungo termine. In genere si parte da una dose iniziale, che sarà di poco superiore a quella probabilmente necessaria. Dopodiché si procede con una graduale diminuzione, fino a raggiungere la dose efficace ideale.

Raggiungere la sintonia con il medico di fiducia

Il medico stabilisce con esattezza come e quando assumere il farmaco, e in che dosi. I pazienti devono quindi attenersi scrupolosamente al piano terapeutico: è un elemento chiave per il buon esito del trattamento, senza contare che così facendo si evitano spiacevoli effetti collaterali. Ad esempio i glucocorticoidi sono più tollerabili se assunti tra le sei e le otto del mattino, perché in questo arco di tempo anche il corpo raggiunge il picco massimo nella produzione di cortisolo.
La terapia cortisonica non deve mai essere interrotta di propria iniziativa, soprattutto nei trattamenti sistemici a lungo termine, dove un’iniziativa del genere può avere conseguenze potenzialmente letali.

Comportamenti virtuosi

Consigli per la terapia cortisonica

Con i loro comportamenti, i pazienti che seguono una terapia glucocorticoide – soprattutto se a lungo termine – possono contribuire molto al buon esito del trattamento e alla riduzione degli effetti collaterali.

Ecco alcuni consigli utili per coadiuvare la terapia cortisonica:

  • Mangiare frutta fresca, verdura e cereali in gran quantità.
  • Cercare di assumere sufficienti proteine, meglio se sotto forma di pesce e latticini magri.
  • Evitare i grassi, soprattutto quelli animali. In alternativa, utilizzare oli con un elevato contenuto di acidi grassi insaturi.
  • Condurre una vita attiva. Praticare uno sport o una regolare attività fisica rinforza le ossa, abbassa la glicemia ed evita condizioni di sovrappeso.
  • Mantenere il peso sotto controllo, riducendo al minimo il consumo di sale e zucchero.
  • Prendere una dose extra di calcio. Questo contrasta l'osteoporosi.